PhotOrsi Studio

Scattare in studio è sicuramente una parte importantissima. Se si vuole offrire un servizio il più completo possibile, non si può prescindere da questa possibilità.
Il problema fondamentale è quello dei costi. Costi per lo spazio e costi per l’attrezzatura.
Quando si è alle prime armi si cerca sempre di adattarsi e trovare il modo di potersi “costruire” il proprio set con quello che si ha a disposizione.

Una valida alternativa è quella di affittare lo studio a seconda del lavoro che si ha da svolgere. In questi casi ci sono molte alternative valide, basta attaccarsi ad internet e si scopriranno numerosi posti all’avanguardia e con diverse tipologie di ambientazioni. In più con il servizio di poter noleggiare tutta l’attrezzatura anche per la post-produzione (computer con software aggiornati).
I costi ovviamente vanno di conseguenza.

Affittare una struttura esterna ha anche il lato positivo di poter cambiare, avendo quindi nuovi scenari e sfondi per diversi lavori.
Se si parla di still life su fondo bianco o colorato chiaramente il discorso è meno complesso. Basta cercare lo studio con il giusto set di luci e il gioco è fatto.

Di recente ho realizzato un piccolo spazio di circa 25 mq, nato dall’esigenza di effettuare delle fotografie di still life di prodotti di piccole e medie dimensioni, oltre a dei ritratti.Tavolo santana 1
Ho deciso di creare una sorta di ambientazione industriale, rivestendo le pareti con dei moduli in poliuretano ottenendo l’effetto dei mattoni a vista. In secondo luogo li ho verniciati con tinta grigio scuro.
Per quanto riguarda il pavimento, invece, ho utilizzato dei semplicissimi bancali in legno da trasporto, di misura standard, provvedendo a profilarne solo alcuni a seconda della larghezza dello spazio. Li ho tutti levigati, poi verniciati con una tinta per legno e in ultimo nuovamente levigati per ottenere un effetto “vintage” rovinato.
Ecco fatto.
In ultimo ho provveduto ad adattare alla struttura di ferro nera già esistente, una sbarra porta fondali per tutta la larghezza della zona in modo da poter utilizzare il limbo a seconda delle esigenze.

Il costo è stato assolutamente contenuto.

PhotOrsi – Filippo Orsi

Comments are closed.